Tu sei qui: Home Il Comune

Presentazione

Brevi cenni su Albino

STORIA 

Panorama di Albino visto dall'alto

Il nome della località compare per la prima volta in un documento dell'892, ma "la frequentazione fin dalla preistoria del territorio è attestata da resti archeologici significativi" (Storia delle terre di Albino", vol. I): un insediamento stanziale del Neolitico a Casale di Albino e sepolture dell'età del rame (III millennio a. C.) nella grotta del "Bus de la scabla", lungo la mulattiera per Selvino. Numerose sono le testimonianze di età romana, ora conservate al Museo Archeologico di Bergamo: una stele funeraria, monete e resti abitativi di Comenduno. Nel Medioevo si espansero le corti agricole, molte appartenenti al vescovo di Bergamo. Dopo l'anno Mille avvenne progressivamente l'emancipazione dei Comuni locali e nel 1136 la fondazione del monastero di San Benedetto nella Valle del Luio.
Durante la Repubblica veneta conobbero un grande sviluppo le attività legate alla lavorazione e al commercio dei "panni lana". Si insediarono, accanto alle parrocchie, due importanti monasteri Carmelitani, maschile alla Ripa di Desenzano, femminile alla chiesa di S. Anna in Albino centro.
Durante la dominazione austriaca si sviluppò l'industria serica, quindi, nel Regno d'Italia, dal 1875, quella cotoniera, con i rinomati stabilimenti Honegger e Albini, i quali prosperarono anche durante il regime fascista e nel primo dopoguerra.
Attualmente la Città di Albino è composta da nove paesi: Albino capoluogo, Bondo Petello, Desenzano, Comenduno e, sulla riva opposta del fiume Serio, Fiobbio, Abbazia, Dossello, Casale, Vall'Alta. E' collegata a Bergamo anche con la nuova tranvia TEB e a Selvino con la funivia.
Personaggi albinesi di spicco sono il pittore Giovan Battista Moroni (Albino 1520/24?-1579), l'architetto Andrea Moroni (1500?-1560), la beata Pierina Morosini (1931-1957).

 

 

COME RAGGIUNGERCI
Albino è facilmente raggiungibile sia dall’uscita autostradale della città di Bergamo che dall’aereoporto di Orio al Serio. Da giugno 2009 Albino è collegata a Bergamo attraverso la nuova tramvia della TEB. Per gli amanti dei mezzi di trasporto si consiglia di abbinare il percorso ad una visita a Selvino raggiungibile da Albino con la funivia in partenza da Bondo Petello, piazzale avv. Davide Cugini.
Si suggerisce l’utilizzo della pista ciclo-pedonale della Val Seriana che costeggia le sponde del fiume Serio con interessanti punti panoramici sull’ambiente fluviale.

Prato alto



COSA VEDERE

Le numerose chiese e i palazzi distribuiti nelle nove località del territorio comunale di Albino custodiscono un patrimonio d’arte e di architettura di grande valore, un museo diffuso, dalla ricchezza sorprendente: basti pensare che ad Albino si trova gran parte della produzione sacra del più importante ritrattista bergamasco del Cinquecento, Giovan Battista Moroni (Albino 1520/24 ?- 1579), oltre ad altri importanti capolavori dell’arte lombarda, dal XIV al XX secolo. Per la parrocchiale di S.Giuliano Moroni dipinse il suo capolavoro della maturità, la Crocefissione. Nella parrocchiale sono conservate altre due importanti opere moroniane La Trinità , proveniente dall’omonima chiesa di Fiobbio e lo stendardo della Visitazione, esemplare per il moto familiare di umano affetto con cui è trattato il tema. Nella parrocchiale di S.Barbara a Bondo Petello e nel Santuario della Madonna del Pianto sono conservate altre importanti pale sacre dell’artista.

Da segnalare inoltre la presenza di affreschi della locale bottega dei Marinoni, detentrice di una sorta di monopolio artistico sull’intera Val Seriana dalla metà del Quattrocento all’ultimo quarto del Cinquecento. Da visitare la bella chiesa quattrocentesca di S.Bartolomeo, di fondazione agostiniana, affrescata quasi interamente dai Marinoni e la chiesa di S. Pietro a Desenzano con l’omonimo Polittico.

San Bartolomeo

La devozione popolare sviluppatasi nei secoli è attestata dalla presenza di due importanti Santuari, di Altino nella frazione Vall’Alta e della Madonna del Miracolo a Desenzano al serio oltre ad un Museo dedicato alla Beata Pierina Morosini a Fiobbio.

Il progetto "Strada verde" si sviluppa nel territorio di Albino in Valle del Luio, collegandosi, attraverso il Monte Altino, al Comune di Cene. Il percorso della “Strada Verde” parte in prossimità della stazione TEB, collegamento infrastrutturale tramviario che permette di raggiungere il centro Bergamo in soli 30 minuti. Il punto di partenza è collegato anche alla pista ciclopedonale del Serio e quindi con la rete ciclabile già esistente in Valle Seriana, che presenta interessanti caratteristiche naturalistiche, oasi di svago e di sosta nella natura. Queste infrastrutture di mobilità sostenibile, che il territorio sta attivando, sono la cornice imprescindibile dalla quale innescare politiche di riqualificazione del patrimonio paesistico, permettendo la
facile fruibilità del nuovo itinerario che offre percorsi turistici adatti a visitatori che amano fare passeggiate
senza particolari difficoltà. Per maggiori informazioni consulta il volantino cliccando qui

 

Musei

  • Museo Etnografico della “Torre” - Comenduno Associazione per il Museo etnografico della Torre

Il Museo collocato all’interno dello stabile di Villa Regina pacis è gestito dall’associazione Amici del Museo Della Torre con l’obiettivo di conservare e valorizzare i manufatti espressione del lavoro e della cultura popolare locale, in particolare della civiltà contadina.

Logo PDF mini  Scarica depliant illustrativo

Aperto la domenica dalle 15.30 alle 18.30.
Visite guidate su prenotazione per scolaresche

Info 035 752139
035753710
Cell. 3318784886
 

  • Raccolte civiche di storia e arte

Collocate in via Mazzini 61, nell’ex palazzo municipale, già quattrocentesca casa del mercante di panni Benvenuti, le raccolte conservano una piccola sezione d’arte dedicata a pittori albinesi e l’archivio storico comunale.

Prenotazioni e accesso alle Raccolte Civiche di Storia e Arte
Tel.035759950
e-mail m.madornali@albino.it

 

  • Altri Musei da visitare

Il Museo dell’associazione Alpini presso il Parco Alessandri

Il Museo della Beata Pierina Morosini a Fiobbio
Info Parrocchia di S. Antonio – Fiobbio
Tel.035770005

Il Museo etnografico della Valle del Luio a Casale (Info www.valledellujo.it)

 


DATI STATISTICI:
Popolazione: 18.171 abitanti (aggiornato al 31/12/2014)
Superficie: 31,32 Kmq
Altitudine: 347 metri circa sul livello del mare
Latitudine: 45° 7' Nord
Longitudine: 9° 8' Est
Patrono: S. Giuliano m.


Logo cartella mini  Albino e le sue frazioni

Logo cartella mini  Gallerie di immagini

Logo PDF mini  Statuto comunale

Amministrazione trasparente

- ALBO PRETORIO
- PUBBLICAZIONI (delibere, ordinanze)
- BILANCI
Last Minute Sotto Casa
Portale della cultura
Città sane
Biblioteca di Albino
BIBLIOTECA DI ALBINO

SPAZIO AL LAVORO
Risorse e informazioni relative al mondo del lavoro
LA BIBLIOTECA INFORMA
Novità editoriali su welfare e servizi sociali
Sportello Unico Attività Produttive
Sportello Unico Edilizia e Attività Produttive
Piano di Governo del Territorio
Contrada di Piazzo e centro storico di Albino nei catasti storici
La contrada di Piazzo
RAGAZZI ATTIVI Progetto partecipazione e cittadinanza
Ragazzi Attivi
PIEDIBUS
Piedibus
PROGETTO ADOLESCENZA
ProgettoAdolescenza